ott 222019
 
Indietro

L’art. 86, comma 5, del TUIR, prevede che “la cessione dei beni ai creditori in sede di concordato preventivo non costituisce realizzo delle plusvalenze e delle minusvalenze dei beni, comprese quelle relative alle rimanenze e il valore di avviamento”.

Di seguito il commento del Dott. Andrea Porcaro:

La detassazione delle plusvalenze derivanti dall’esecuzione del piano di concordato preventivo con continuità aziendale

  •  22 ottobre 2019